Scrivere in italiano è già complicato, ma scrivere in un’altra lingua (l’inglese per esempio) senza essere madrelingua, può essere ancora più difficile.

Per questo ci sono degli ottimi traduttori e io non ho nessuna intenzione di sostituirmi a professionisti che svolgono un ottimo lavoro affiancando le aziende come faccio io.

Ma a volte è necessario essere rapidi, soprattutto se volete usare i canali social al meglio delle loro possibilità.

In questi anni di lavoro ho collaborato con portali turistici, strutture ricettive e tour operator (e non solo) per blog e siti scritti in lingua inglese.
Ho scritto per loro contenuti per i loro principali canali social (Facebook, Twitter, Instagram) e ho organizzato delle attività di promozione.

Se siete curiosi visitate il mio blog dedicato alla Romagna, www.21grammy.com